martedì 6 aprile 2010

40 anni di Uomo Ragno in Italia!

Sarà disponibile in edicola ed in fumetteria a partire dal 9 Aprile un albo anniversario davvero degno di nota. Sulle pagine di “Spider-Man” # 531, infatti, verrà festeggiato il quarantesimo anno di pubblicazione dell’Uomo Ragno nel nostro paese! L’avventura di Spidey nella Penisola, calendario alla mano, è iniziata proprio nell’Aprile del 1970 con il primo numero de “L’Uomo Ragno” pubblicato dalla mitica Editoriale Corno, grazie ad una geniale intuizione del grande Luciano Secchi. Per celebrare questo importante evento, l’editor Max Brighel ha messo insieme un sommario davvero sensazionale, in cui a farla da padrone è il numero 600 della collana americana “The Amazing Spider-Man”. Ne risulta un “numero anniversario nel numero anniversario”, che vanta anche una storia breve scritta dall’immenso Stan “The Man” Lee ed una deliziosamente illustrata dal nostro Mario Alberti. Dunque oltre alla certificazione di “numero celebrativo”, può essere rilasciata senza alcun dubbio anche quella di fumetto “Marvel made in Italy”. Ma non è finita qui. Ad impreziosire l’albo, infatti, verranno presentati anche una serie di approfondimenti editoriali, fra cui il ricordo che i redattori di Panini Comics hanno della Corno e del loro primo incontro con i fumetti Marvel pubblicati dalla storica casa editrice milanese. Ci uniamo anche noi ai festeggiamenti con l’articolo che potete leggere di seguito, la “extended version” di uno di questi contributi, un pregevole ed intimo scritto in cui il coordinatore editoriale fiorentino Leonardo Raveggi (al momento al lavoro per Panini sul mercato tedesco, sulla cura dei fumetti co-prodotti e su altri mercati esteri) scava nella sua memoria e nei suoi ricordi più cari per parlarci del “suo” stanzino dei fumetti...

Lo stanzino dei fumetti
di Leonardo Raveggi

Quando tra appassionati di fumetti Marvel di vecchia data viene affrontato l’argomento “Editoriale Corno” emergono sistematicamente tre luoghi comuni. Il primo è il ricordo del primo albo Corno visto, letto e/o posseduto, il secondo quello della trama delle storie che conteneva ed il terzo l'istantaneo innamoramento per i fumetti Marvel che ne è conseguito. Ma per il sottoscritto, nonostante il mio amore viscerale per la Marvel e per il mondo del fumetto in generale, nessuno di queste tre luoghi comuni è applicabile.

Iniziamo dal fatidico primo albo. Quando sono stato messo al mondo, a Firenze nel lontano 1973, la mia casa era già piena di albi Corno. Mio padre li acquistava e collezionava regolarmente già dai primissimi numeri usciti più di due anni prima. Non era quindi tanto un albo ad arrivare da me quanto io ad arrivare a casa loro. E dovrebbero quindi essere semmai gli albi Corno a raccontare del loro primo neonato. Gli albi inoltre non erano miei bensì di mio padre ed io, per buona parte dell’infanzia, riuscivo a vedere questi giornalini strani e coloratissimi solo in tre particolari momenti. Il primo quando il babbo li aveva appena comprati e li appoggiava su un’altissima libreria (che in realtà non superava il metro e mezzo), poi nelle sue mani mentre li leggeva ed infine quando, a lettura ultimata, li trasportava nella loro inaccessibile e definitiva collocazione: lo stanzino. Lo stanzino, come lo chiamavamo in casa, era un piccolo e stretto ripostiglio arredato con scaffalature metalliche dove venivano tenuti vari oggetti di casa (negli scaffali bassi) e la collezione di fumetti di mio padre (rigorosamente negli scaffali alti). Quando riuscivo a intrufolarmici potevo ammirare dal basso una sorta di K2 dei fumetti. Ma ammirare appunto, ancora né leggere né possedere.

Passiamo ora al secondo e al terzo luogo comune: il ricordo della prima storia letta e il relativo innamoramento. Il primo albo veramente mio è arrivato solo nel 1979. Un giorno che ero a letto ammalato mio padre mi portò dall’edicola il n. 24 di "Devil Gigante". L’albo si intitolava "Tagak, il Dio leopardo". Ma c’era qualcosa che non andava. A parte che come primo villain poteva andarmi decisamente meglio, l’albo era di formato più grande di quelli del babbo e il fatto che lui non collezionasse questa serie (aveva già queste storie nella prima edizione su "L'incredibile Devil") sminuiva l’evento. L’inaccessibile e ambito contenuto dello stanzino era un’altra cosa. Colpa di questa delusione (o forse di Tagak) non conservo il ricordo della trama della storia e tantomeno mi sono innamorato degli albi Marvel in quel momento.

L’amore è sbocciato nella prima adolescenza, alla lettura del primo numero della nuova serie de "L'Uomo Ragno" pubblicata dalla Star Comics. Allora non esistevano più né la Corno né lo stanzino, dato che la mia famiglia aveva cambiato casa da qualche anno. Ma gli albi che conteneva c’erano e ci sono ancora oggi. Scampati miracolosamente anche all’esondazione del torrente Mugnone del 1992 ora riposano adagiati in una confortevole libreria svedese. Tagak compreso.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Tutti gli autori Marvel italiani...

Alberto Ponticelli (3) Alessandro Vitti (22) Andrea Di Vito (11) Andrea Mutti (7) Andrea Silvestri (2) Andres Mossa (3) Antonio Fuso (9) Arturo Lozzi (4) Barbara Ciardo (15) Carmine Di Giandomenico (39) Christian Cornia (2) Christian Dalla Vecchia (2) Claudio Castellini (9) Claudio Villa (3) Cristina Giorgilli (1) Daniele Brolli (2) Daniele Rudoni (6) Dante Bastianoni (5) David Messina (7) Davide Gianfelice (5) Denis Medri (8) Domenico Neziti (2) Elena Casagrande (6) Elia Bonetti (4) Emanuela Lupacchino (5) Fabio D'Auria (10) Fabrizio Fiorentino (4) Fabrizio Frizzi (1) Fabrizio Ugolini (1) Federica Manfredi (4) Federico Nardo (4) Filippo Curzi (1) Francesca Ciregia (2) Francesca Pesci (1) Francesco Artibani (4) Francesco Francavilla (10) Francesco Mattina (7) Francesco Meo (2) Gabriele Dell'Otto (45) Giancarlo Caracuzzo (1) Giancarlo Olivares (4) Gianluca Gugliotta (11) Giorgio Cavazzano (4) Giorgio Lavagna (1) Giuseppe Camuncoli (44) Giuseppe Matteoni (2) Jacopo Camagni (7) Laura Villari (6) Lelio Bonaccorso (2) Leo Ortolani (6) Lorenzo Ruggiero (10) Luca Enoch (1) Luca Malisan (1) Lucio Parrillo (13) Marco Castiello (9) Marco Checchetto (29) Marco Failla (2) Marco Santucci (16) Marco Turini (11) Mario Alberti (13) Mario del Pennino (1) Massimiliano Veltri (1) Matteo Buffagni (6) Matteo Casali (8) Matteo De Longis (3) Matteo Lolli (5) Matteo Scalera (12) Michele Bertilorenzi (4) Michele Medda (1) Milo Manara (6) Mirco Pierfederici (11) Onofrio Catacchio (8) Oscar Celestini (3) Paolo Pantalena (7) Pasquale Qualano (13) Patrick Piazzalunga (2) Pino Rinaldi (3) Riccardo Burchielli (3) Roberto Di Salvo (8) Romina Moranelli (2) Sal Velluto (1) Sara Pichelli (40) Serena Ficca (1) Sergio Algozzino (4) Sergio Toppi (1) Simone Bianchi (36) Simone Peruzzi (7) Stefano Caselli (26) Stefano Gaudiano (3) Stefano Landini (4) Stefano Raffaele (5) Stefano Vietti (5) Tito Faraci (5) Tommaso Bennato (1) Valerio Schiti (7) Vincenzo Acunzo (3) Vincenzo Cucca (5) Werther Dell'Edera (10)

Disclaimer

Web site texts and images, © 2014 Panini S.p.A., all rights reserved. Marvel Comics and all related images and logos are © 2014 MARVEL (marvel.com). All other images are © and TM their respective owners.

All copyrighted material is used only for journalistic and promotional purposes.

Format "Marvel made in Italy" © 2007/2014 and created by Matteo Losso.

Blog hosted on